Diario di Ibiza – giugno 2018

Questo è il mio diario di Ibiza che parla dei giorni trascorsi su la Isla a giugno 2018. I post sono stati condivisi inizialmente sul mio profilo personale  Facebook e qui li raccolgo. Tuttavia su Facebook non avevo scritto il diario dell’ultimo giorno, il più interessante. Lo troverete qui…

1 giorno

Come ho già scritto questa volta l’arrivo è stato devastante. Più di sei ore di ritardo da Milano a causa dello sciopero controllori di volo a Marsiglia. Dopo una notte kafkiana in aeroporto e oltre due ore trascorse in aereo per cambio di rotta, atterriamo a Ibiza che sono quasi le nove del mattino.

Non passo neanche da casa per accompagnare una persona a la Marina. Ci dirigiamo ai moli dove sono attraccate lussuose barche.

35053899_2031420040448085_7303710990586085376_n

La Isla è strana stamattina, il cielo è nuvoloso, cupo. Mentre osservo i marinai che lavano le imbarcazioni mi appare Dalt Vila sullo sfondo come in una visione. Ho una sensazione rassicurante, di famigliarità.

Torniamo a casa e prima di mettermi a riposare tiro fuori il Diccionario de Secretos de Ibiza per fargli sentire aria di casa. Da questa sera inizierò la lettura.

34882866_2031420340448055_5669475492076453888_n

Dopo la siesta e il pranzo faccio due passi per Figueretas. Si respira una bella atmosfera: i colori caldi della bella stagione stanno emergendo, la gente si gode il mare e il cibo nei locali.

35049825_2031420060448083_5306902075299332096_n

Ho con me la mia macchina fotografica Fuji e faccio diverso scatti per il mio progetto fotografico in bianconero.

Il sole scalda, la brezza si fa sentire assieme al suo profumo di mare.

Il pomeriggio trascorre ascoltando musica a Cala Comte. È la prima volta che ci vado e il posto mi ha subito affascinato. Mi dicono che qui si godono tramonti meravigliosi e ci tornerò per viverne uno.

34872809_2031420157114740_174752096036323328_n

34874230_2031420240448065_7690314659190013952_n

Gente che beve, parla, ride, ascolta musica con lo sfondo del mare mentre alcune barche navigano lente.

Torniamo a Figueretas

35026263_2031420063781416_267365717085519872_n

Stasera riposo e studio del libro.

Domani si vedrà tanto, in fondo, è la Isla che mi guida.

Giorno 2

La mattina come d’abitudine, inizia con una passeggiata sul lungomare di Figueretas. Giornata di sole, colori vividi con il blu intenso del mare e del cielo. In spiaggia ancora poca gente, alcune persone stanno correndo, invidio la loro passione per lo sport.

Alle 10 un appuntamento molto atteso con l’amico Davide Traversa.

35077651_2031997893723633_1946197772289966080_n

Consumiamo una ricca e gustosa colazione a Casa 13 un bistrot dall’atmosfera molto accogliente a Figueretas a pochi metri dalla spiaggia. Io e Davide chiacchieriamo, ci aggiorniamo sulle ultime esplorazioni de la Isla, facciamo il punto sul nostro progetto.

Il tempo a mia disposizione è poco e così decidiamo di fare una passeggiata nella zona di Los Molinos sopra a Figueretas.

35135020_2031998013723621_5737927714472460288_n

Durante il giro, senza andare lontano, riscopriamo una parte di Ibiza città ricca di storia e suggestioni. Ci fermiamo ad osservare le costruzioni. Adesso sono chiuse e si ergono a semplici monumenti ma un tempo quei mulini erano un elemento fondamentale per l’economia locale. Scendiamo verso Figueretas scoprendo scorci paesaggistici incredibili e mentre i gabbiani sfiorano il cielo e la vegetazione di un verde, giallo e violetto lussureggiante, noi guardiamo con interesse e curiosità le case dai balconi che danno sul mare fantasticando di comprarle tutte.

35049824_2031998000390289_4176868893794500608_n

35062489_2031998103723612_7100406768009740288_n

34863452_2031998100390279_4798542539189649408_n

Dopo aver salutato il mio caro amico trascorro il resto della mattinata in spiaggia che nel frattempo si è riempita.

Pranzo, siesta e passeggiata pomeridiana a Vara del Rey.

34984879_2031998197056936_6614690119095943168_n

Dopo un’ora raggiungo Santa Eulalia per un giro in centro.

35114022_2031998297056926_4986809656060936192_n

Santa Eulalia è diversa da Eivissa. Più tranquilla, famiglie, turisti tedeschi di età avanzata che già alle sette di sera mangiano seduti nei dehor dei ristoranti.

La strada al ritorno è trafficata e l’andatura lenta. Ne approfitto per osservare il paesaggio tipico mediterraneo. Auto vintage sulla corsia opposta, bianco delle case e insegne dall’aria retro. C’è una pista di go-kart sulla strada di cui raccomando una visita solo per il bar interno che è così autentico che di piu non si può con un vecchio calcio balilla che ha i giocatori con le maglie consunte del Real Madrid contro il Barcellona.

Per cena decidiamo di fermarci a Talamanca. L’atmosfera con le luci del tramonto è piacevole e rilassante. Le persone stanno mangiando fuori, alcune barche stanno arrivando dal mare, dalle cucine si sentono i profumi di pesce alla griglia e fritto.

35079164_2031998387056917_7170623186877284352_n

35081628_2031998437056912_3201486111545229312_n

Ceno con una squisita seppia alla griglia al bar Flotante. Questo locale meriterebbe un capitolo a parte per la sua genuinità spartana e per la posizione davanti al mare. Si sta bene.

Chiudo la serata a La Calma giusto per godermi Dalt Vila dal mare con le luci della notte.

Stasera a Ibiza tira un’aria fresca che sa di salsedine.

Giorno 3

Una mattina tranquilla dedicata alla lettura del Diccionario, ormai lo chiamo così, dei segreti di Ibiza. Due ore piene di studio e appunti, tante e curiose le storie misteriose su Ibiza che sto apprendendo grazie a questo libro.

35102697_2032475067009249_1955906477143097344_n

In tarda mattinata sono stato al mercato del pesce e della carne nella parte nuova di Ibiza città. È stata un’esperienza utile per esplorare un quartiere di Ibiza in cui ci sono stato sempre di passaggio. Mi sono reso conto della quotidianità di Eivissa, al di là dell’aspetto turistico. Persone, molti residenti, che sbrigavano faccende pratiche e quotidiane come la spesa o altre commissioni.

35082859_2032475333675889_4131658418769362944_n

35146955_2032475307009225_7657063816953331712_n

35164868_2032475290342560_5988578595662987264_n

35194246_2032475337009222_2883805544076804096_n

Il pomeriggio è trascorso al mare in una spiaggia che da punto di vista naturalistico mi ha entusiasmato molto: cala Gracioneta. Ancora una volta Ibiza mi ha fatto vedere le sue due anime: una più intima e raccolta, quella che preferisco, e l’altra più turistica.

35142506_2032475443675878_6478214642752552960_n

35268544_2032475437009212_7656479198889902080_n

Non so ste sto invecchiando ma mi accorgo di essere snob al contrario: preferisco i posti autentici, genuini rispetto a quelli patinati che mi risultano artefatti.

Dopo il mare ho sbrigato alcune commissioni (oggi è il giorno delle commissioni) e stasera grigliata ma a casa.

Ultima passeggiata per Figueretas che a quest’ora è più rilassata e calma.

Appena scende il buio si griglia e si mangia.

Ps. Ovviamente sta proseguendo sia il mio studio sui misteri e le leggende di Ibiza che appunto sul mio taccuino giallo dedicato e sia il progetto fotografico in bianco e nero.

Giorno 4

La mattina trascorre tranquilla con una breve puntata in spiaggia a Figueretas e poi a leggere sul terrazzo. Oggi il sole ha deciso di non bruciare almeno al mattino con un’aria fresca che tira abbassando la temperatura. I colori sono quelli vivi di giugno.

35194239_2033277166929039_3871494124888653824_n

Dopo pranzo un breve passaggio in auto a Playa Den Bossa. È la parte che amo meno di Ibiza città, mi sembra artefatta e oggi mi ha dato l’impressione di trovarmi in un sobborgo di quelle città americane come Miami o Los Angeles.

35285803_2033277160262373_1277107357234495488_n

Nel tardo pomeriggio un giro verso Dal Vila. Salendo mi accorgo di una luce strana che fonde i colori, li amalgama.

35205576_2033277263595696_1020418129982914560_n

35319053_2033277296929026_2833456827876769792_n

35361807_2033277373595685_4784211607712432128_n

In questa parte della città mi sento a mio agio, percepisco una Buena Onda.

Giorno 5

Ultimo giorno. La sera prima ho sentito Davide e ci siamo accordati per una passeggiata a Ibiza città per percorrere alcune tappe sulle quali ho raccolto appunti e materiali.

L’appuntamento è in Avenida de España. Io e Davide decidiamo di visitare il  Museo Monografico e necropoli cartaginese di Puig des Molins che è una tappa che mi sento di consigliare vivamente a chi vuole capire qualcosa di più sulle origini e sullo spirito di Ibiza.

IMG_3328

All’interno di una delle teche rimango ammaliato dal primo busto originale della dea Tanit che gli studiosi dicono provenga da un’altra terra a me molto cara: la Sicilia.

IMG_3335

Il museo è intrigante: si possono ammirare le vestigia lasciate nelle isole da questi tre popoli: fenici, cartaginesi e romani. Nelle sue sale si raccolgono reperti provenienti dalle necropoli di Puig des Molins, nelle cui camere funerarie sono stati rinvenuti collane, utensili di bronzo e piombo, proiettili, amuleti e monete. Oltre al busto della odiosa Tanit, è da segnalare la collezione di uova di struzzo decorate.

IMG_3337

Ci facciamo anche il giro nella parte sotterranea armati di caschetto che si rivelerà molto utile.

IMG_3343

IMG_3347

IMG_3349

IMG_3352

Dopo la visita al museo saliamo verso Dalt Vila e poi scendiamo al vecchio mercato dove Davide mi fa scoprire una chicca.

IMG_3353

IMG_3354

Sarò passato centinaia di volte lì vicino e non me ne ero mai accorto.

Sto parlando del minuscolo chiosco che vende squisiti bocadillos de atun che possono essere arricchiti da olive e altre verdure a piacere.

IMG_3357

Il chiosco meriterebbe un capitolo a parte (e ne parlerò) per la sua storia che si tramanda negli anni di generazione in generazione.

Il nostro giro prosegue in zona La Marina e Sa Penya dove gli scorci marinari e le viuzze intrise di bianco e azzurro compaiono ad ogni angolo.

IMG_3361

IMG_3366

OriginalPhoto-550663590.166259

Dopo aver salutato Davide la giornata è proseguita con pranzo e siesta a casa, un ultimo bagno a Figueretas e poi, purtroppo, in aeroporto per il ritorno.

IMG_3375

Hasta luego Ibiza.

Un pensiero riguardo “Diario di Ibiza – giugno 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close